Jeep Tour e Grotte Is Zuddas

Scarica la Guida Viaggio della Sardegna >
 
Rocce e pietre hanno scritto, nei tempi, la storia della Sardegna. L’isola è infatti ricoperta per i 2/3 da insediamenti rocciosi con i quali l’uomo ha dovuto convivere.
 
 
 
In questa escursione avremo modo di verificare l’importanza che la pietra ebbe nella vita delle antiche popolazioni sarde. Perciò, passando per Domus de Maria, ci dirigeremo verso il territorio di Santadi caratterizzato, per la composizione particolare delle sue rocce, da numerose cavità, non tutte esplorate e nel tempo utilizzate, anche come santuari ipogeici, dalle popolazioni nuragiche. Andremo ad esplorare una di queste cavità che si apre nel monte Meana: le grotte di “Is Zuddas”; nel loro ingresso sono presenti i resti fossili di un roditore preistorico, il “Prolagus Sardus”, presente solo in Corsica e in Sardegna; più avanti vi sono ambienti con bellissime concrezioni, come quelle tubolari della sala dell’”organo” o come i ricami presenti nella sala delle “eccentriche”, dalla volta ricca di aragoniti. Nella grotta ci sono costantemente 16 gradi C.
 
Terminata la visita alle grotte, della durata di circa un ora, prenderemo la via del ritorno attraverso la strada panoramica di Teulada dove brevi soste nei punti panoramici ci faranno ammirare e fotografare paesaggi indimenticabili.

Visiteremo infine l’area di Capo Malfatano, dove è ancora possibile scorgere i resti di un importante porto romano e di una delle più imponenti torri di avvistamento spagnole della costa.
 
Il jeep tour comprende l’autista, pasti esclusi.
 
Minimo partecipanti: 6 adulti per jeep.

Vi informiamo che mentre stiamo passando attraverso sentieri naturali non si trovano toilette o strutture gastronomiche. Gli autisti conoscono molto bene la zona e i siti naturalistici ma questa è un’escursione di aspetto panoramico-naturalistico e non di aspetto culturale.

 

Prenota qui

Scarica la Guida Viaggio della Sardegna >