Siti Sassari

Scarica la Guida Viaggio della Sardegna >


Necropoli di Anghelu Ruju
È una delle necropoli più vaste della Sardegna. Risalente al XIII secolo a.C., è costituita da 38 domus de janas. Dista circa 10 Km da Alghero.

Parco dell'Asinara
Un tempo definita l'Isola del Diavolo per via della sua storia, che la vide prima stazione sanitaria di quarantena, poi campo di prigionia nella prima guerra mondiale e infine carcere di massima sicurezza negli anni '70, che ospitò tra gli altri il boss mafioso Totò Riina. Questo isolamento, che durò dal 1885 all 1997, ha preservato le naturali bellezze dell'Isola, oggi Parco Naturale, salvandola dalle speculazioni turistiche. Oggi l'Asinara è dimora di alcune specia animali rarissime, come il falco pellegrino, il grifone e l'asinello bianco, originario dell'isola.


Castello dei Doria e Roccia dell'Elefante
Antico borgo mediovale molto suggestivo per la sua posizione panoramica e per le stradine del suo centro storico, Castelsardo è dominata dal Castello dei Doria, che rappresenta il nucleo originale della città fortificata. Uscendo da Castelsardo in direzione Sedini ci si imbatte nella Roccia dell'elefante, una graziosa domus de jana modellata dal vento che ha assunto la forma di un elefante.

Nuraghe Santu Antine
È uno dei nuraghi più maestosi e meglio conservati dell'isola. Importante testimonianza di architettura protosarda, il nuraghe Santu Antine (San Costantino) è circondato da un villaggio di capanne utilizzato in epoche successive.
 
 
 
Grotte di Nettuno
Raggiungibili via mare o attraverso la famosa Escala del Cabirol (Scala del Capriolo) che conta ben 656 gradini, ma che ripaga la fatica regalando panorami unici, spettacolari. La parte visitabile delle grotte è lunga circa 2500 metri. Una meraviglia della natura da non perdere, emozionante per la sua bellezza.
 
Museo Sella e Mosca
Da giugno a ottobre, la grande azienda vitivinicola sarda Sella e Mosca apre le sue porte, proponendo ai visitatori una visita delle cantine, una degustazione di vini accompagnata da prodotti tipici, per concludere con una visita del museo, che si divide in due sezioni. La prima, archeologica, presenta documenti della necropoli Necropoli di Anghelu Ruju, compresa all'interno della tenuta; la seconda è dedicata invece alla storia dell'azienda.
 
 

Alghero
Barceloneta, piccola Barcellona: così è chiamata la graziosa cittadina di Alghero, centro turistico di primaria importanza nella costa nord occidentale della Sardegna. Alghero è il capoluogo della Riviera del Corallo, tratto della costa sarda noto per la presenza di pregiatissimo corallo rosso, che già i Romani conoscevano e utilizzavano per creare fini ornamenti e raffinati gioielli.

Abbiamo selezionato per te i migliori hotel a Alghero, scopri ora la nostra esclusiva selezione!

 
Scarica la Guida Viaggio della Sardegna >