La Cucina Sarda – Piatti e Vini tipici della tradizione

Scarica la Guida Viaggio della Sardegna >


"Eh, chi non m’as postu frucchitta!"

O come disse una volta la prozia di qualcuno, rimproverata durante un pranzo domenicale a base di tipica cucina sarda a Cagliari per il fatto di non toccare cibo, “ma se non mi avete messo la forchetta!!!!”. Se ti siedi a tavola in Sardegna, mangiare è imperativo!


Mangiare, appunto in Sardegna, è sinonimo di famiglia e tradizione, un po’ come nel resto dell’Italia centrale e del Sud, un motivo per stare assieme ai propri cari, per ridere e raccontarsi le ultime novità, certe volte pure un motivo per un sano battibecco come da vera tradizione italiana.

Le famiglie si riuniscono solitamente a casa dei nonni di domenica, verso mezzogiorno, e si dà il via a un convivio della durata minima di quattro ore, con antipasti misti, primi, secondi, contorni, verdure, dolci e caffè (ovviamente tutti prodotti tipici della Sardegna… non sia mai!). Immancabili durante il pranzo i vini isolani tipici della cucina sarda e per concludere un buon mirto, un limoncello o il fil’e ferru… per digerire ovviamente.

Scoprite la Sardegna attraverso le sue tradizioni culinarie: Hotel Su Gologone (Oliena), Antica Dimora del Gruccione (Santu Lussurgiu), Sa Mandra (Alghero), Hotel Su Lithu (Bitti)

La tradizione Enogastronomica in Sardegna La tradizione Enogastronomica in Sardegna La tradizione Enogastronomica in Sardegna

 

Tradizione



La tradizione della cucina tipica Sarda, proprio come quella familiare, vanta radici molto antiche, all’inizio agro pastorali che pian piano si sono ampliate acquistando nel tempo anche i piatti a base di pesce e molluschi propri dei pescatori. La Sardegna, infatti, nei tempi passati, era abitata prevalentemente nelle zone boschive dell’entroterra, mentre le coste, vuoi per le invasioni punico/fenicie, vuoi per l’ambiente poco salubre, erano quasi deserte.

 

I pastori durante i lunghi periodi ai pascoli con le greggi, avevano bisogno di pietanze semplici e nutrienti (accompagnate dal caratteristico vino di casa), comode da trasportare e resistenti alle temperature alte e basse. Per questo la cucina sarda ha una cosi ampia selezione di insaccati e formaggi saporiti e invecchiati e soprattutto bisogna menzionare il famoso pane Carasau, deliziose sfoglie di pane sottili e leggere, estremamente comode da trasportare.

 

Piatti tipici



Uno dei piatti tipici sardi, uno di quelli “poveri” ma oltremodo pratico che utilizza il carasau è il “Pani Frattau”, in cui cinque o sei sfoglie di carasau vengono poste una sull’altra e inframmezzate da strati di sugo, per poi venire cotte in padella con un bell’uovo sopra. Pratico e squisito!

 

Scoprite la Sardegna attraverso le sue tradizioni culinarie: Hotel Su Gologone (Oliena), Antica Dimora del Gruccione (Santu Lussurgiu), Sa Mandra (Alghero), Hotel Su Lithu (Bitti)

La tradizione Enogastronomica in Sardegna La tradizione Enogastronomica in Sardegna La tradizione Enogastronomica in Sardegna

Il famosissimo maialetto arrosto è il punto forte della cucina sarda, ma è sempre meglio avere il caminetto a casa per prepararlo, se si decide di proporlo ai parenti, senza scatenare le critiche dei perfezionisti

Le pietanze variano a seconda delle zone, mantenendo come comun denominatore il fatto di essere piatti tipici sardi; la zuppa gallurese per esempio, come si può evincere dal nome, viene proposta per lo più in Gallura, nella zona di Sassari e Olbia; la fregola, piccole palline di pasta, viene condita con arselle e frutti di mare nel basso campidano; le particolarissime Lorighittas sono dell’Oristanese, una pasta speciale composta da due fili arrotolati di impasto e solitamente condita con sugo alla salsiccia; le panadas, ottimi pasticci di carne, pesce o verdure, sono diffuse in tutta la Sardegna con diversi ripieni.

A fine pasto si può scegliere tra molti dolci come le Seadas, pasta fritta ripiena di formaggio e miele, gli Acciuleddi, dolci a forma di treccine che venivano fatte dalle nonne e i Cocciuleddi, pasticcini insaporiti con scorze di mandarino, mandorle, noci tritate e cannella.

Le specialità sarde si possono gustare nei migliori ristoranti e negli agriturismi. Se siete amanti della cucina e del vino, vi suggeriamo di sfogliare la nostra selezione di Hotel Gourmet in Sardegna.

Vini locali 


 
La coltivazione del vino in Sardegna avviene su una enorme varietà di terreni dalle pianure fertili vicini al mare alle colline rocciose di Jerzu e Tertenia fino a quelle sabbiose di Oliena e Dorgali. Tra i vini più conosciuti segnaliamo il Cannonau, rosso ad alta gradazione imbottigliato in legno, Il Nuragus, secco e leggermente acidulo, Il Carignano, rosso dal gusto secco e sapido e la Malvasia, vino dolce ideale per i dessert.
Altri prodotti locali sono il Monica, il Vermentino, la Vernaccia, il Nasco e il Moscato. 

 

Scoprite la Sardegna attraverso le sue tradizioni culinarie: Hotel Su Gologone (Oliena), Antica Dimora del Gruccione (Santu Lussurgiu), Sa Mandra (Alghero), Hotel Su Lithu (Bitti)

Scarica la Guida Viaggio della Sardegna >